Agnese Amico // Pak Yan Lau & Darin Gray
12 maggio 2023 ore 21.00
Teatro Torresino, Padova

Agnese Amico

Agnese Amico
hardingfele

Agnese Amico è violinista di formazione classica la cui attività si divide tra il repertorio classico, con il lavoro in orchestra e in ensemble, e l’improvvisazione, in varie formazioni. Dal 2019 è membro del Quartetto Obliquo, una formazione di archi dedita alla ricerca sui nuovi linguaggi musicali, e della DOOOM Orchestra. Amico possiede anche una formazione in studi urbani, e l’interazione tra suono e spazio è un elemento del suo lavoro. Si occupa dell’ambito spaziale del suono attraverso Maaterials, una rivista che racconta i materiali che compongono la città. Da due anni ha approfondito lo studio dell’hardingfele (o hardangerfele), strumento tradizionale in uso nelle regioni sudoccidentali della Norvegia, dove viene usato per la danza, accompagnata dal battito ritmico dei piedi. Nella sua conformazione moderna questo tipo di strumento a corda è molto simile al violino, differenziandosene per la costruzione (legno più sottile e decorazioni caratteristiche) e soprattutto per le quattro o cinque corde aggiuntive che risuonano per simpatia insieme alle quattro principali che vengono suonate come sul violino.

Il concerto di Agnese Amico riprende il progetto di Alalie, titolo del suo primo album in solo, da poco pubblicato da zOaR, che contiene musica interamente improvvisata sull’hardingfele. Il lavoro si sofferma sulla sensazione di alalia, ossia di perdita di parole, pensieri e ricordi che porta all’incapacità di interagire con un determinato ambiente. La sua musica è «un’esplorazione della sensazione di alalia con i miei paesi d’origine siciliani e norvegesi e gioca con questo senso di distacco. La musica prende ispirazione dalle canzoni popolari di quelle terre, senza pretendere di farle mie. Le canzoni interagiscono, come l’odore della neve e dei fichi si fondono in un unico profumo indefinibile».

(Veniero Rizzardi)

•••
Media Partner

Agnese Amico
Alalie (zOaR, 2022)

Pak Yan Lau & Darin Gray

Pak Yan Lau
pianoforte, toy piano, elettronica

Darin Gray
contrabbasso, basso elettrico

Pak Yan Lau e Darin Gray si sono conosciuti frequentando lo stesso circolo di sperimentatori a cavallo tra improvvisazione libera, jazz ed elettronica – Akira Sakata, Jim O’Rourke, Chris Corsano, solo per citarne alcuni. Il progetto in duo è invece una novità recente, documentato su disco nel doppio LP Trudge Lightly, uscito un paio di anni fa per l’etichetta belga By the Bluest of Seas.
Pak Yan Lau, tra le pianiste più originali della nuova scena creativa europea, ha la capacità di costruire complesse architetture formali partendo da materiali minimi – ritmi insistenti, melodie appena accennate, effetti elettronici tanto suggestivi quanto misteriosi. Darin Gray mette in campo la lunga esperienza come colonna portante di tanti gruppi improvvisativi con un lavoro certosino sul timbro e un suono profondo e multiforme, fornendo un solido appoggio a creazioni estemporanee che hanno la solidità di ponderate composizioni. La musica del duo si sviluppa su ampi archi strutturali, e coniuga con eleganza la continua sorpresa della libera improvvisazione alle suggestioni materiche della sperimentazione elettroacustica, in un gioco di rimandi e sviluppi narrativi quasi cinematografici, che raccontano un mondo sonoro affascinante, stranamente familiare eppure continuamente nuovo e sorprendente.

Pak Yan Lau è tra le esponenti di punta della vivace scena belga della musica di ricerca, e ha collaborato negli anni con alcuni tra i maggiori musicisti attivi in questo campo, suonando in tutto il mondo. Tra i molti con cui ha condiviso il palco ricordiamo Paolo Angeli, Chris Corsano, Susana Santos Silva, Akira Sakata, Mette Rasmussen, Tetuzi Akiyama, Toshimaru Nakamura, Rie Nakajima.

Darin Gray è bassista di fiducia di autentici maestri della musica creativa come Jim O’Rourke, Akira Sakata (insieme a Chris Corsano forma la ritmica del trio Chikamorachi), Glenn Kotche (batterista dei Wilco, con il quale forma il duo On Fillmore), e ha collaborato negli anni con tanti altri musicisti straordinari, tra cui Loren Mazzacane Connors, Masami Akita (Merzbow), Rob Mazurek, Joshua Abrams, Nels Cline, Dave Rempis, Eiko Ishibashi, Kevin Drumm, Ikue Mori.

(Nicola Negri)

•••
Media Partner

Pak Yan Lau
Solo Books (Silent Water, 2015)

Pak Yan Lau & Darin Gray
Trudge Lightly (By the Bluest of Seas, 2020)

Akira Sakata & Chikamorachi + Masahiko Satoh
Proton Pump (Family Vineyard, 2018)

Eiko Ishibashi & Darin Gray
Ichida ‎(Black Truffle, 2018)

BIGLIETTI
Interi € 15
Ridotti € 8
Studenti Università di Padova € 1

PREVENDITE
Biglietti acquistabili online su Ticketmaster (+ diritti di prevendita)