Andrea Centazzo
Cycles of Life
26 ottobre 2023 ore 21.00
Teatro Torresino, Padova

Andrea Centazzo
percussioni, elettronica

Presentazione in anteprima dell’album Bullfighting on Ice (ICTUS / Holidays Records) di Andrea Centazzo ed Evan Parker, registrato al Centro d’Arte nel 1977.

•••
Andrea Centazzo torna a Padova dopo molti anni per presentare un nuovissimo album, risultato di una coproduzione tra il Centro d’Arte e le etichette ICTUS, dello stesso Centazzo, e Holidays Records, specializzata in scelte produzioni di musica improvvisata. L’album restituisce per la prima volta dopo 45 anni lo storico concerto padovano del duo formato da Centazzo insieme a Evan Parker, che il Centro d’Arte presentò nel dicembre del 1977, testimonianza non soltanto della musica, ma anche del clima sociale e culturale di quegli anni.
A seguire, la perfomance solistica del percussionista intitolata Cycles of Life, sintesi di decenni di sperimentazione in cui il tradizionale kit del batterista si è espanso in un nutrito arsenale di percussioni a cui fin da subito Centazzo ha affiancato l’uso dell’elettronica.

Centazzo, compositore, percussionista, artista multimediale italiano, si è stabilito in California più di 30 anni fa ed è cittadino statunitense da più di vent’anni. Nei primi anni ’70 è stato tra i primi a introdurre una nuova concezione delle percussioni nell’ambito del jazz e della musica improvvisata, migrando dal free jazz a forme più aperte di improvvisazione. Sul finire degli anni ’70 era parte della scena musicale downtown di New York, collaborando con John Zorn, Tom Cora, Eugene Chadbourne, Toshinori Kondo e altri. Nel 1976 ha fondato la ICTUS Records, una delle storiche etichette europee gestite da musicisti, per cui ha registrato con Steve Lacy, Evan Parker, Pierre Favre, Derek Bailey, John Zorn, Alvin Curran, Albert Mangelsdorff, Don Cherry e molti altri. Lasciata la scena della musica improvvisata nel 1986, Centazzo si è trasferito poco dopo a Los Angeles e si è dedicato soprattutto alla composizione e alla realizzazione di video. Ha scritto opere, sinfonie e quasi 500 composizioni per tutti i tipi di ensemble, oltre a numerosi filmati che hanno ricevuto premi. Tornato all’attività concertistica dal vivo nel 1998, ha sviluppato diversi formati, come concerti solistici e ‘solo’ multimediali, suonando dal vivo in sincronia con i video da lui stesso girati e montati. Il suo progetto Einstein’s Cosmic Messengers è stato prodotto da LIGO, Caltech e NASA. La Biblioteca dell’Università di Bologna, presso il DAMS, ha dedicato qualche anno fa al compositore il Fondo Andrea Centazzo, dove sono raccolte tutte le sue opere, a disposizione degli studiosi.

(Veniero Rizzardi)

•••
Media Partner

 

Andrea Centazzo, Akira Sakata, Kiyoto Fujiwara
Bridges (Ictus, 2012)

Andrea Centazzo, Perry Robinson, Nobu Stowe
The Soul In The Mist (Ictus, 2007)

Andrew Raffo Dewar, Andrea Centazzo, Anne LeBaron
Encantamientos (Ictus, 2007)

Andrea Centazzo
Sacred Gong Dive ‎(Ictus, 2020)

Sylvano Bussotti
Solo De La Passion Selon Sade (Ictus, 1982)

Eugene Chadbourne, Andrea Centazzo
Horror Part 13 : The Impossible Concert of Dario Argento (House of Chadula, 2011)

Elliott Sharp, Andrea Centazzo
Snowplow (Ictus, 2011)

Giancarlo Cardini, Andrea Centazzo
After The Silence (Ictus, 2007)