© Neda Navae

Simone Beneventi
campane

Tom Johnson (1939)
Nine Bells (1979)

•••
Tom Johnson, ormai da molti anni expat a Parigi, sul finire degli anni 70 è stata una figura-chiave della nuova musica a New York. Allievo di Morton Feldman, Johnson univa l’attività di compositore, performer a quella di autorevole critico musicale per il Village Voice, intento a scovare, tra club, gallerie, loft e scantinati, tutto ciò che di nuovo e originale fermentava nella metropoli (qui la preziosa raccolta dei suoi articoli del 1972-1982). Appassionato sostenitore di ogni musica radicale, come artista costruiva una musica perfettamente minimalista che si distanziava da quella di coloro che sarebbero divenuti presto popolari, come Philip Glass e Steve Reich. La sua era una musica più concettuale, e spesso umoristica, ma con una grande capacità di coinvolgimento, per via dei processi deduttivi e spesso autoreferenziali in cui l’ascoltatore è in grado di immergersi immediatamente, diventando per così dire parte della performance.

Nine Bells, del 1979, è l’esempio perfetto. Nove campane sospese formano una griglia quadrata 3×3 che viene percorsa da un esecutore secondo tracciati regolari e sempre diversi. Questi tracciati sono nove, e possono essere molto semplici o molto complessi; ciascuno ha come riferimento una campana principale ogni volta diversa, e vengono percorsi secondo ritmi e tempi differenti. Ascoltare il processo musicale e seguire il movimento del performer – un’inevitabile somiglianza con la spoglia danza minimalista dell’epoca – sono una sola cosa.

Nine Bells venne eseguito da Tom Johnson a Padova, invitato dal Centro d’Arte, nel 1982, nello spazio ideale dell’Oratorio delle Grazie. Il Centro d’Arte organizzò anzi, all’epoca, un mini-tour che toccò anche Lugano e Ravenna. Questa ripresa, a quarant’anni dalla sua composizione, è anche un omaggio agli 80 anni di Tom Johnson, che poi tornò diverse volte a Padova, invitato dal Centro d’Arte e dall’Interensemble.

La performance del 2019 è curata e realizzata da Simone Beneventi, uno dei più brillanti percussionisti di oggi, attivo con i principali ensemble europei. Beneventi impiega un nuovo set di campane intonate e ha preparato la performance in stretta collaborazione con il compositore.

(Veniero Rizzardi)

•••
Con una prolusione dell’astrofisico Cesare Barbieri (Università di Padova)
e i saluti dei consiglieri comunali Carlo Pasqualetto (delega all’Innovazione) e Margherita Colonnello (delega alle Attività musicali)
Nell’ambito del progetto Carillon. Un suono che avvolge la città
In collaborazione con Associazione Noi e Tavolo Cultura – Consulta 2Nord

Ascolti

Tom Johnson
Nine Bells (India Navigation, 1982)

Web