© Bryan Murray

Satoko Fujii
pianoforte

Myra Melford
pianoforte

L’incontro artistico tra Satoko Fujii e Myra Melford risale ad oltre un decennio fa ma le intense carriere di entrambe non permettono loro di esibirsi di frequente insieme dal vivo. È dunque una preziosa possibilità questa di poterle ascoltare in un dialogo pianistico quanto mai avventuroso. Non si tratta infatti di comparare questo repertorio con quelli dei duetti pianistici del jazz più canonico, dove l’occasione diventa più che altro un pretesto per esibizioni tecniche.
Fujii e Melford affinano qui le loro più disparate influenze, cercando una sintesi che i due pianoforti possano valorizzare senza enfasi, evitando il protagonismo virtuoso. Dunque si incontrano due sensibilità che hanno indagato la musica tradizionale giapponese e indiana, il jazz informale e l’improvvisazione senza rete, il blues e le avanguardie occidentali post-accademiche.

Satoko Fujii, strumentista raffinata ma anche compositrice e direttrice d’orchestra, è un talento unico della free music giapponese. Di formazione classica, ha studiato in seguito a Boston, sia al Berklee College che al New England Conservatory, approfondendo il linguaggio jazz accanto a Paul Bley, col quale ha esordito con un disco in duo nel 1994. Da lì in avanti la sua carriera non ha conosciuto soste. Importante il sodalizio col marito trombettista Natsuki Tamura, fonda e dirige diversi ensemble in patria, ma parallelamente suona in Usa in un trio con Mark Dresser e Jim Black per oltre un decennio.
Guida contemporaneamente cinque big band: a Tokyo, Nagoya, Kobe, New York e Berlino. Collabora con Ikue Mori, John Russell, Larry Ochs. Tra i suoi gruppi spiccano Ma-Do (con Tamura, Norikatsu Koreyasu e Akira Horikoshi) e Kaze(con Tamura, Christian Pruvost and Peter Orins). Nel 2018, in occasione dei suoi 60 anni, ha realizzato un album al mese, dal solo piano all’orchestra.

Myra Melford è dagli anni Ottanta una protagonista del jazz americano. Originaria dell’Illinois, ha studiato con Gary Peacock, Henry Threadgill e Leroy Jenkins. È emersa con l’album in trio Alive in the House of Saints, prima di condurre una serie di memorabili gruppi: The Same River, Twice; The Tent; Be Bread; Trio M; Snowy Egret. Organici che includono musicisti come Dave Douglas, Marty Ehrlich, Brandon Ross, Stomu Takeishi, Mark Dresser, Chris Speed, Ron Miles, Cuong Vu, Tyshawn Sorey, tra gli altri.
Suona in duo con Ben Goldberg, Marty Ehrlich e nel trio MZM (con Zeena Parkins e Miya Masaoka). Visita di frequente l’India, dove ha approfondito lo studio dell’harmonium e le forme del raga e della musica classica hindustana. Ha ottenuto nel 2013 la Guggenheim Fellowship e numerose commissioni, tra cui quelle della New York Foundation for the Arts e della Chamber Music America.

(Stefano Merighi)

Ascolti

Satoko Fujii & Myra Melford
Under the Water (Libra, 2009)

Satoko Fujii
Indication (Libra, 2004)

Satoko Fujii Ma-Do
Heat Wave (Libra, 2008)

Myra Melford Trio
Alive in the House of Saints (hatArt, 1993)

Myra Melford
Life Carries Me This Way (Firehouse 12 Records, 2013)

Myra Melford Snowy Egret
The Other Side of Air (Firehouse 12 Records, 2018)

Web

Foto

© Michele Giotto