Centro d’Arte: Musica di oggi 

Da settant’anni le rassegne del Centro d’Arte offrono
occasioni per ascolti intensi, stimolanti, avventurosi

Musica di oggi, senza aggettivi, in continua trasformazione:
ogni concerto sarà una scoperta e una sorpresa

I concerti del Centro d’Arte

Rassegne online

Blog

Opera Libera: progetto speciale per l’Università degli Studi di Padova

Il 2022 segna, come si sa, gli ottocento anni dell’Università di Padova, che l’Ateneo si appresta a celebrare con un ricchissimo e articolato programma di iniziative. I progetti del giubileo intendono valorizzare il patrimonio culturale, storico e scientifico dell’università, concentrando l’attenzione su alcuni punti fondamentali, tra cui la ricerca e la creazione, e vogliono essere…

Leggi tutto

Ciao Enzo!

Enzo Carpentieri se n’è andato così, all’improvviso.E noi siamo in lacrime. Per il Centro d’Arte Enzo era una colonna, fin dagli anni 80 lavorava con noi, contribuiva ad oliare la macchina organizzativa, stava vicino agli artisti e li metteva a loro agio.Un ruolo che solo un musicista sensibile e attento poteva ricoprire con quel tatto…

Leggi tutto

Centrodarte21 – Seconda parte

Riparte la rassegna Centrodarte21 del Centro d’Arte, che a partire dal 7 ottobre riverserà su Padova un’offerta di musica attuale ancora più copiosa e variegata che mai, grazie a un intreccio di collaborazioni con le istituzioni cittadine che sempre di più fanno del Centro d’Arte un vero e proprio hub della musica innovativa.

Leggi tutto

SETTANT’ANNI DI GRANDE MUSICA

IL CENTRO D’ARTE DEGLI STUDENTI DELL’UNIVERSITÀ DI PADOVA ESISTE DAL 1945.
È NATO COME ASSOCIAZIONE DI STUDENTI APPOGGIATA DALL’ATENEO
ED È STATA IN ASSOLUTO LA PRIMA DEL GENERE IN ITALIA.

Fin d’allora il Centro d’Arte ha organizzato concerti, regolari stagioni di musica da camera che, insolitamente per i tempi, comprendevano il jazz e la musica più attuale: negli anni 50 e 60 suonano a Padova Lennie Tristano, il Modern Jazz Quartet, Chet Baker, Thelonious Monk accanto a David Tudor e Karlheinz Stockhausen. A partire dagli anni 70 il Centro d’Arte inaugura la prima rassegna stagionale di jazz in Italia (rimarrà l’unica per molti anni), quando dappertutto si organizzavano soltanto festival, e una serie di musica contemporanea unica nel suo genere, che rimescolava i generi e proponeva le musiche del momento: Terry Riley, Dieter Schnebel, George Lewis, Morton Feldman, Frederic Rzewski, David Behrman, John Zorn… questi e molti altri musicisti sono passati per Padova grazie al Centro d’Arte, suonando in tendoni da circo, teatri, club e sale cinquecentesche…