In News

L’atteso ritorno del sassofonista svedese Mats Gustafsson è il primo asso nella manica della seconda parte di Centrodarte70. Gustafsson, già protagonista delle nostre rassegne con The Thing, con Spazio-Suono Lab, e più di recente con Fire!, suonerà in solitudine (sassofoni) venerdì 16 settembre, in esclusiva italiana.

Centrodarte70 concludeva la prima parte del suo programma con una rara e magnifica performance di MEV, e con il progetto “Tactile Sounds” di Nicolas Collins, consolidando i legami con artisti che hanno fatto la storia della musica contemporanea.
La ripresa autunnale della nostra stagione conferma l’interesse del Centro d’Arte per gli artisti storicamente importanti, tuttora attivi e influenti.
Siamo felici infatti di ospitare dopo tanti anni il sassofonista e compositore Roscoe Mitchell, che si esibirà il 6 ottobre, in duo con il percussionista Michele Rabbia. Si tratta di un concerto unico in Italia, commissionato dal Centro d’Arte.
Roscoe Mitchell è considerato uno dei maestri indiscussi del jazz moderno e della musica improvvisata, elemento fondatore dell’Art Ensemble of Chicago e leader in seguito di numerosi gruppi tra cui Sound & Space Ensemble e Note Factory.

Il 14 ottobre Centrodarte70 invita il quartetto Made to Break, tra i più recenti progetti del sassofonista Ken Vandermark, che include Christof Kurzmann agli strumenti elettronici, Jasper Stadhousers al basso elettrico e Tim Daisy alla batteria.
Made to Break fa interagire musica acustica ed elettronica, improvvisazione jazzistica e ritmi funk con risultati del tutto innovativi.

Il 31 ottobre il pianista americano Greg Burk propone un gruppo straordinario di recente costituzione, denominato Solar Sound, invitato in Europa dal festival di S. Anna Arresi e da Centrodarte70. Burk ha coinvolto il cornettista Rob Mazurek – che torna a Padova dopo qualche anno – il bassista Marc Abrams ed il batterista Enzo Carpentieri per dar vita ad un repertorio da realizzare appositamente, ricordando John Tchicai.

Sarà l’organico di VoxNova Italia il 7 novembre a presentare, per la prima volta a Padova, Stimmung di Karlheinz Stockhausen, altro autore cruciale la cui opera il Centro d’Arte non ha mai smesso di divulgare.

Inoltre, il 22 novembre, un importante evento: a distanza di oltre quarant’anni si riunisce Arke Sinth, formazione nata a Padova, un organico visionario dell’allora neoavanguardia musicale, composto da Giovanni De Poli, Marco e Michele Sambin, Alvise Vidolin.

 


 

VENERDÌ 16 SETTEMBRE 2016
Sala dei Giganti al Liviano • Ore 21.00

MATS GUSTAFSSON

sassofoni

•••
GIOVEDÌ 6 OTTOBRE 2016
Sala dei Giganti al Liviano • Ore 21.00

ROSCOE MITCHELL & MICHELE RABBIA

Roscoe Mitchell – sassofoni
Michele Rabbia – batteria, percussioni

•••
VENERDÌ 14 OTTOBRE 2016
Cinema Torresino • Ore 21.00

MADE TO BREAK

Ken Vandermark – sassofoni, clarinetti
Christof Kurzmann – laptop/ppooll
Jasper Stadhouders – basso elettrico
Tim Daisy – batteria

•••
LUNEDÌ 31 OTTOBRE 2016
Cinema Torresino • Ore 21.00

GREG BURK “SOLAR SOUND” + ROB MAZUREK

Greg Burk – piano, moog
Rob Mazurek – cornetta
Marc Abrams – contrabbasso
Enzo Carpentieri – batteria

•••
LUNEDÌ 7 NOVEMBRE 2016
Auditorium Pollini • Ore 20.30

VOXNOVA ITALIA

Karlheinz Stockhausen: Stimmung
Ljuba Bergamelli, Monica Benvenuti, Anna Clementi, Sandro Naglia, Alessandro Tamiozzo, Nicholas Isherwood – voci
Alvise Vidolin – regia del suono

•••
MARTEDÌ 22 NOVEMBRE 2016
Auditorium Pollini • Ore 20.30

ARKE SINTH

Giovanni De Poli – EMS Synthi A
Marco Sambin – sax e clarinetto
Michele Sambin – sax e violoncello
Alvise Vidolin – organo, mixer

Articoli recenti

Inizia a scrivere e premi Invio per cercare

Pin It on Pinterest