In News

Reduce da un’intensa prima parte di stagione, che ha incrementato un’attività già fitta di prime esecuzioni ed esclusive italiane, il Centro d’Arte porta a termine il 2017 con un ulteriore sforzo produttivo, sviluppando progetti in diverse direzioni, che fanno incrociare musica contemporanea, jazz, minimalismo ed elettronica. Ancora uno sguardo panoramico sui suoni senza confini, che stanno incuriosendo un pubblico eterogeneo e sempre più partecipe.

Il Centro d’Arte assicura sempre massima accessibilità ai concerti con una politica di prezzi molto ridotti, e sempre 1 solo euro per gli studenti dell’Università di Padova.

La collaborazione con il Conservatorio cittadino e il laboratorio di SaMPL (Sound and Music Processing Lab), insieme al Comune di Padova, si concretizza nella festa di compleanno per i 70 anni del compositore Salvatore Sciarrino, che sotto il titolo Tutti i miraggi è come un minifestival in quattro episodi dentro la stagione.

A inaugurare il progetto, un evento davvero speciale si realizza venerdì 15 settembre al Palazzo della Ragione di Padova con Il cerchio tagliato dei suoni, concerto-happening per quattro flauti solisti e cento flauti migranti, in cui lo spazio di fruizione e quello performativo si intrecciano con esiti sorprendenti. I quattro solisti sono Daniele Ruggieri, Claudio Montafia, Manuel Zurria e Giulio Francesconi. I cento flautisti che formano uno sciame mobile attorno ai solisti e al pubblico provengono dai Conservatori e dalle scuole di musica di Padova, Venezia e Rovigo. L’ingresso a questo evento speciale che apre l’autunno del Centro d’Arte è gratuito per tutti (i posti sono limitati, si consiglia la prenotazione: http://bit.ly/sciarrino-100-flauti).
La rassegna dedicata a Sciarrino, artefice di illusioni acustiche e sortilegi sonori che lasciano sbalorditi, ma anche geniale drammaturgo del suono, prosegue il 21 novembre all’Auditorium Pollini con la prima esecuzione assoluta de La navigazione notturna per quattro pianoforti, un lavoro che Sciarrino ha preparato appositamente per Padova; insieme si ascolteranno i Notturni per pianoforte, eseguito a turno dai quattro virtuosi Leonora Armellini, Alfonso Alberti, Anna D’Errico e Aldo Orvieto. Insieme ai pianoforti, si ascolteranno le Due arie marine per voce e suoni di sintesi in tempo reale, con Alda Caiello (soprano) e regia sonora e live electronics di Alvise Vidolin.
Inoltre, come corollario delle serate musicali, saranno in programma due conferenze-lezioni, martedì 5 e martedì 12 dicembre alle 20.30 all’Auditorium Pollini, in cui Sciarrino parlerà del suo modo di intendere le Figure della musica.

Il jazz da camera e l’improvvisazione del trio d’archi Hear In Now, di scena alla Sala dei Giganti del Liviano martedì 24 ottobre, arriva a sviluppare una lingua sonora versatile, che tiene bilanciate composizione e improvvisazione, in un intarsio complesso le cui sfumature accendono tutti i colori possibili per i tre strumenti. Mazz Swift (violino), Tomeka Reid (violoncello), Silvia Bolognesi (contrabbasso), formano un gruppo tra i più originali di oggi e hanno al loro attivo anche un’importante collaborazione con Roscoe Mitchell (ospite lo scorso anno del Centro d’Arte in un’affollatissima serata).

Due giorni dopo, il 26 ottobre, sempre ai Giganti, si ascolterà il nuovo progetto del percussionista Simone Beneventi, un talento oggi richiestissimo dagli ensemble specializzati nella nuova musica di tutta Europa. Simone ha raccolto attorno a sé due delle voci dei prestigiosi Neue Vocalsolisten di Stuttgart, Truike van der Poel e Andreas Fischer. Le musiche del trio hanno forti componenti gestuali e teatrali, e compongono una vetrina di giovani autori come Jennifer Walshe e Erik Oña, che si ascoltano per la prima volta in Italia, oltre a Vittorio Montalti, Riccardo Nova, Younghi Pagh-Paan, con due prime esecuzioni assolute di Matthias Kaul e Filippo Perocco.

Ancora insieme a SaMPL, e ancora all’Auditorium Pollini, il 14 novembre la serata Passages allinea tre virtuosi di sax, flauto ed elettronica che disegnano un ritratto della musica che si è sviluppata in Francia negli ultimi trent’anni: Gerard Grisey e Tristan Murail hanno saputo scavare come pochi la materia sonora, per trarre dai fenomeni acustici più vari la forma e la sostanza della composizione strumentale, mentre inventavano nuove strutture temporali. Jean-Claude Risset – da poco scomparso e a cui il concerto è dedicato – è stato tra i primi a sfruttare il computer per creare spettacolari illusioni sonore. Con Daniele Ruggieri, flauto, Gianpaolo Antongirolami, sax contralto e sax basso, Alvise Vidolin, regia del suono e live electronics.

Si ritorna alla Sala dei Giganti il 28 novembre con il leggendario trio australiano The Necks che ha sviluppato a partire dalla classica formula jazz del piano trio una musica personalissima e senza uguali. L’improvvisazione fluisce in totale libertà a partire da una formula iniziale solitamente semplice, che si evolve e si trasforma in modo graduale e incessante, per mezzo di minime trasformazioni, senza soluzione di continuità, per lunghe durate. Non ci sono regole, soltanto un grandissimo controllo e una comunicazione assoluta, i concerti di The Necks sono ipnotici e imprevedibili.

 


 

15 settembre 2017
Palazzo della Ragione – ore 21.00

Salvatore Sciarrino
“Il cerchio tagliato dei suoni”

Il cerchio tagliato dei suoni (1997) per 4 flauti solisti e 100 flauti migranti

Daniele Ruggieri, Claudio Montafia, Manuel Zurria, Giulio Francesconi – flauti solisti

Ensemble di flauti composto da allievi del Conservatorio Cesare Pollini di Padova, del Conservatorio Francesco Venezze di Rovigo, del Liceo Musicale Concetto Marchesi di Padova, dell’Accademia Musicale Giuseppe Verdi di Venezia, del VII I.C. San Camillo di Padova, dell’ XI I.C. Antonio Vivaldi di Padova, dell’ I.C. Vittorino da Feltre di Abano Terme

INGRESSO LIBERO

•••
24 ottobre 2017
Sala dei Giganti al Liviano – ore 21.00

Hear in Now

Mazz Swift – violino
Tomeka Reid – violoncello
Silvia Bolognesi – contrabbasso

•••
26 ottobre 2017
Sala dei Giganti al Liviano – ore 21.00

Neue Vocalsolisten & Beneventi

Truike van der Poel – mezzosoprano
Andreas Fischer – basso
Simone Beneventi – percussioni

Musiche di Filippo Perocco (prima esecuzione assoluta), Vittorio Montalti, Matthias Kaul (prima esecuzione assoluta), Jennifer Walshe (prima esecuzione italiana), Erik Oña, Riccardo Nova, Younghi Pagh-Paan, Charlotte Saither

•••
14 novembre 2017
Auditorium Pollini – ore 20.30

Passages
Jean-Claude Risset, Gérard Grisey, Tristan Murail

Daniele Ruggieri – flauto
Gianpaolo Antongirolami – sassofoni
Alvise Vidolin – regia sonora e live electronics

Musiche di Jean-Claude Risset, Gérard Grisey, Tristan Murail

•••
21 novembre 2017
Auditorium Pollini – ore 20.30

Salvatore Sciarrino
“La navigazione notturna”

La navigazione notturna (1985/2017) per quattro pianoforti. Prima esecuzione assoluta
Due Arie marine
dal Perseo e Andromeda (1990) per voce e suoni di sintesi in tempo reale
Notturni (1998-2001) per pianoforte

Alda Caiello – soprano
Leonora Armellini, Alfonso Alberti, Anna D’Errico, Aldo Orvieto – pianoforti
Alvise Vidolin – regia sonora e live electronics

•••
28 novembre 2017
Sala dei Giganti al Liviano – ore 21.00

The Necks

Chris Abrahams – piano
Lloyd Swanton – contrabbasso
Tony Buck – batteria

•••
5 e 12 dicembre 2017

Auditorium Pollini, Padova – ore 20.30

Le figure della musica
Processi di accumulazione / processi di moltiplicazione 

Due lezioni di Salvatore Sciarrino
A cura di Erika Iervolino

INGRESSO LIBERO

 

Articoli recenti

Inizia a scrivere e premi Invio per cercare

Pin It on Pinterest