Kalimi
Oren Ambarchi

giovedì 18 maggio 2017 ore 21.00 • Cinema Torresino, Padova

Kalimi

2017-05-18a-kalimi

Giovanni Di Domenico
Fender Rhodes, elettronica

Mathieu Calleja
batteria

Italiano di nascita ma residente in Belgio, Giovanni Di Domenico è un pianista e sperimentatore elettronico che si è fatto notare per le collaborazioni importanti (Jim O’Rourke, Akira Sakata, Tony Allen, tra gli altri) e per la curiosità onnivora con cui affronta i molti progetti originali che lo vedono protagonista. Influenzato in egual misura dalla tradizione più avventurosa del piano jazz e dalle molteplici suggestioni di un’infanzia passata tra Libia, Camerun e Algeria, nella sua musica si sentono gli echi di Paul Bley e Cecil Taylor, ma anche il canto del muezzin e le strutture ipnotiche della musica rituale africana, il rock e l’improvvisazione libera più radicale.
Il duo Kalimi è formato da Di Domenico, qui esclusivamente a piano elettrico e live electronics, e dal batterista Mathieu Calleja, altro importante esponente della vivace scena improvvisativa belga. La musica del duo, fissata nell’album Otona No Kagaku, propone una lettura estremamente originale dell’improvvisazione libera, in cui un’accurata ricerca timbrica e dinamica viene declinata in strutture ripetitive, all’apparenza statiche, che racchiudono un caleidoscopio di invenzioni musicali in bilico tra jazz–rock e minimalismo.

(Nicola Negri)

Ascolti

Kalimi
Otona No Kagaku (Silent Water)

Akira Sakata / Giovanni Di Domenico
Iruman (Mbari Musica)

Giovanni Di Domenico, Jim O’Rourke, Tatsuhisa Yamamoto
Delivery Health (Silent Water)

Web

Oren Ambarchi

2017-05-18b-oren-ambarchi

Oren Ambarchi
chitarre, percussioni, elettronica

Le esplorazioni sonore di Oren Ambarchi rappresentano bene il modello di chi nella musica contemporanea voglia sentirsi leggero, libero di divagare a piacimento nel mare dei suoni, evitando quasi per istinto primario le categorie e gli stili predefiniti.
Quarantottenne australiano, perizia strumentale in chitarra e percussioni, Oren Ambarchi prima di tutto non si preclude nulla come ascoltatore. E di conseguenza, riserva alle sue composizioni una disponibilità assoluta nell’incorporare gli elementi espressivi più disparati. Capita così di sentirlo investigare un minimalismo di sapore californiano con un occhio a Terry Riley, oppure alle prese con seduzioni chitarriste di orientamento rock o, ancora, nell’abbandono verso orizzonti caotici e noisy, o più vicino alle poetiche ossessive della musica tedesca anni ’70, come nel recente Hubris.
Ambarchi è a suo agio sia nelle riflessioni solitarie che nei tanti collettivi cui ha partecipato. In una forma o nell’altra, ha realizzato dai primi anni ’90 oltre cinquanta incisioni. Ha lavorato accanto alla metal band Sunn o))), con Fennesz, Keith Rowe, John Zorn, Toshimaru Nakamura, Evan Parker, Otomo Yoshihide. I risultati più continui e profondi li ottiene nel super-trio con Haino Keiji e Jim O’Rourke, protagonista di alcuni album dal sapore arcano e indefinibile che offrono un’esperienza d’ascolto del tutto inusuale.
Ambarchi organizza da un decennio assieme a Robbie Avenaim “What Is Music”, festival australiano di nuove musiche, e cura la serie “Maximun Arousal” a Melbourne.

(Stefano Merighi)

Ascolti

Oren Ambarchi
Stacte Karaoke (Mego)
Quixotism (Mego)
Hubris (Mego)

Keiji Haino/Jim O’rourke/Orem Ambarchi
Only Wanting To Melt Beautifully Away Is It A Lack Of Contentment That Stirs Affection For Those Things Said To Be As Of Yet Unseen (Black Truffle)

Web

Biglietti

Interi € 12
Ridotti (riduzioni di legge e studenti) € 5
Studenti Università di Padova € 1

Prenotazioni

Le prenotazioni sono chiuse.

I biglietti saranno disponibili dalle ore 20.00 al botteghino del Cinema Torresino.

Luogo

Cinema Torresino
Via del Torresino 2, Padova

Inizia a scrivere e premi Invio per cercare