René Zumstein

FEN – Far East Network

sabato 22 aprile 2017 ore 21.00 • Cinema Torresino, Padova

Otomo Yoshihide
chitarra elettrica, elettronica

Yuen Chee Wai
chitarra elettrica, elettronica

Ryu Hankil
elettronica

Yan Jun
elettronica

FEN (Far East Network) nasce nel 2008 su iniziativa del giapponese Otomo Yoshihide, una delle figure chiave della sperimentazione elettroacustica legata all’improvvisazione e al noise, e raccoglie musicisti provenienti da diversi paesi dell’Asia: Yuen Chee Wai (Singapore), Ryu Hankil (Corea del Sud), Yan Jun (Cina). In questi anni FEN si è esibito in tutto il mondo, proponendo un’avvincente sintesi dei differenti approcci alla ricerca sonora dei componenti il quartetto, tramite l’utilizzo non ortodosso delle chitarre elettriche e diverse tecniche di sperimentazione elettroacustica, dal feedback alla generazione sintetica, dalla manipolazione dei supporti analogici all’uso dei microfoni a contatto.
La musica evolve con pazienza, per stratificazioni successive, fino a costituire complesse strutture formali che mantengono la spontaneità della libera improvvisazione, passando con disinvoltura da atmosfere rarefatte vicine alla musica contemporanea al noise più feroce.
Otomo Yoshihide è tra le figure più influenti della scena improvvisativa mondiale. Esperto turntablist e chitarrista elettrico, oltre che compositore per cinema e TV, ha collaborato con tutti i maggiori protagonisti della musica di ricerca degli ultimi trent’anni, tra cui John Zorn, Richard Teitelbaum, Christian Marclay, Glenn Branca, Jim O’Rourke, Mats Gustafsson.
Yan Jun opera principalmente negli ambiti dell’improvvisazione libera e del field recording, ed è molto attivo come organizzatore di concerti, spesso in spazi alternativi e residenze private, in cui propone esperienze d’ascolto inedite (“noise hypnotizing”) e performance gestuali che traducono i movimenti del corpo in suoni elettronici.
Ryu Hankil ha iniziato la carriera musicale come tastierista rock, per passare poi ad esperienze electro-pop e concentrarsi infine sulla sperimentazione sonora più radicale, utilizzando oggetti di uso comune come macchine da scrivere e altri utensili.
Yuen Chee Wai lavora in diversi ambiti musicali – drone, ambient, noise, field recording – con una predilezione per l’elettronica analogica. È inoltre membro del gruppo rock sperimentale The Observatory.

(Nicola Negri)

Ascolti

Otomo Yoshihide
Anode (Tzadik)
Cathode (Tzadik)

Otomo Yoshihide, Ryu Hankil, Yuen Cheewai, Yan Jun, Sachiko M, Yang Ge, Xiao Qiang, Hong Qile, Gogo J, Olivier Heux, Tao Yi, Junyuan
Big Can (Sub Jam – Kwanyin)

Web

Video

Inizia a scrivere e premi Invio per cercare

Pin It on Pinterest