Ches Smith & These Arches

giovedì 18 aprile 2013 ore 21.00 • Cinema Lux, Padova

Ches Smith
batteria, percussioni

Tim Berne
sax alto

Tony Malaby
sax tenore

Mary Halvorson
chitarra

Andrea Parkins
fisarmonica

Ches Smith è il prototipo della nuova generazione di musicisti americani di ricerca, equidistanti dalle scuole, aperti a scoprire le possibilità espressive in diversi ambiti. Californiano di San Diego, è attratto da giovanissimo dalla scena punk e metal e matura attraverso gli insegnamenti di William Winant al Mills College di Oakland. Unisce l’abilità di percussionista all’intelligenza come compositore e ben presto arriva a guidare proprie formazioni. E’ chiamato dal bassista Trevor Dunn nel Convulsant Trio, per un periodo è batterista con i Xiu Xiu e i Secret Chiefs. In seguito ha modo di collaborare con nomi quali Fred Frith, Wadada Leo Smith, John Tchicai. In questi anni recenti gravita nella scena di Brooklyn dove è valorizzato in particolare da Tim Berne e Marc Ribot, suonando stabilmente nei gruppi Los Totopos del primo e Ceramic Dog del secondo (entrambi già a Padova per Ostinati!). Suona anche nel trio di Mary Halvorson e nel quartetto di Darius Jones. Il suo quintetto “These Arches” si è messo in luce come tra i migliori dell’ultimo biennio, invitato da molti festival internazionali e apprezzato dalla critica per l’album “Finally Out Of My Hands”. Il suo progetto in “solo” si intitola “Congs For Brums”. Tim Berne è tra i veterani della scena avant di New York. Ha guidato decine di gruppi, collaborando con i migliori compositori e improvvisatori della scena mondiale. Ha esordito in Europa proprio per il Centro d’Arte, nel 1980. Autogestisce l’etichetta Screwgun, che pubblica la maggior parte del suo lavoro. Il suo ultimo disco, “Snakeoil”, è uscito per la ECM. Tony Malaby è un altro maestro del sassofono, molto attivo a New York dagli anni 90. Guida proprie formazioni e ha inciso, tra gli altri, con Charlie Haden, Fred Hersch, Mark Helias, Paul Motian. Mary Halvorson è tra le nuove protagoniste della chitarra elettrica. Allieva di Anthony Braxton, nei cui gruppi milita da anni, guida un trio e un quintetto, suona con Jessica Pavone, Weasel Walter e Peter Evans, Ingrid Laubrock, Tomas Fujiwara, The Thirteenth Assembly. Andrea Parkins è multistrumentista ma in particolare solista di fisarmonica. Attiva come performer anche in contesti elettronici, ha inciso album a suo nome e ha militato per anni nel trio di Ellery Eskelin con Jim Black. Ha collaborato, tra gli altri, con Nels Cline e Otomo Yoshihide.

(Stefano Merighi)

Ascolti

Ches Smith These Arches
Finally Out Of My Hand (Skirl)

Ches Smith Congs For Brums
Psycho Predictions (88 Records)

Tim Berne
Snakeoil (ECM)

Tony Malaby
Novela (Clean Feed)

Mary Halvorson Quintet
Bending Bridges (Firehouse 12)

Andrea Parkins
Faulty (Broken Orbit) (Important Records)

Web

Rassegna

Ostinati 2013

Note

Audio

Inizia a scrivere e premi Invio per cercare